Il discernimento

Un anno per discernere   … la volontà di Dio per la nostra vita; nello specifico verificare se la nostra chiamata è per il seminario e la vita del prete diocesano.

La vita

Vita comunitaria 

Vivere in comunità per noi significa condividere la vita quotidiana (pasti, tempo libero, preghiera, servizio in casa,…) con altri giovani e con un prete, il direttore della casa, che è con noi a tempo pieno: con lui ci confrontiamo, a livello personale e comunitario, sui problemi e sulle esigenze che possono insorgere, programmando il cammino formativo sia a livello personale che comunitario.

Mensilmente viviamo un incontro durante il quale cerchiamo di verificare il cammino di vita della comunità.

Ogni giovedì sera ci rechiamo al Seminario Maggiore, dove condividiamo con i seminaristi l’Eucaristia e la cena.

 

Preghiera

Il primo e fondamentale ingrediente della proposta di Casa Sant’Andrea è la dimensione della preghiera comunitaria e personale.

A livello comunitario la giornata si apre con la preghiera delle Lodi (alle ore 7.10). Gli educatori ci avviano alla preghiera della Chiesa introducendo la Liturgia delle Ore. Dopo le Lodi del mattino seguono venti minuti per la meditazione sul Vangelo del giorno. Normalmente verso sera celebriamo l’Eucaristia, una volta alla settimana l’Adorazione eucaristica insieme e ogni mese la Celebrazione penitenziale: tre volte l’anno, infine, viviamo alcuni giorni di ritiro spirituale.

A livello personale ognuno di noi trova nell’ambito della giornata dei momenti prolungati per la preghiera individuale.

 

Accompagnamento spirituale 

È a disposizione in comunità un padre spirituale per il colloquio e il confronto a livello personale.

Una volta alla settimana viviamo con lui un incontro di introduzione alla spiritualità e al discernimento attraverso la lettura della Scrittura e di altri testi, il confronto in gruppo e il lavoro personale.

 

Incontri formativi

La comunità condivide un percorso catechetico utile ad approfondire alcuni contenuti di fede e inerenti alla vita presbiterale: condividiamo poi diversi momenti di conoscenza e ascolto della Parola, alcuni dei quali sono aperti anche ai giovani della Diocesi. Inoltre facciamo alcuni incontri sul canto liturgico e quest’anno anche un corso di iconografia.

 

Impegno culturale 

Lo studio del latino, del greco e della storia della filosofia costituiscono i tre corsi propedeutici rivolti a coloro che non provengono da studi umanistici: a livello personale ognuno gestisce i propri momenti per lo studio, la lettura e l’approfondimento.

 

Il tempo della carità 

Ogni settimana dedichiamo del tempo al servizio: chi alle Cucine economiche popolari di Padova, chi al centro di ascolto della Caritas diocesana o a casa Santa Chiara a Padova o in case di accoglienza per persone diversamente abili,… L’esperienza del servizio, riletta personalmente e insieme, durante alcuni incontri comunitari, ci aiuta a maturare nell’amore e a compiere il nostro discernimento vocazionale.

 

Servizio in parrocchia 

Oltre al sabato e alla domenica, è possibile recarsi nella parrocchia di origine per svolgere l’attività pastorale anche una sera alla settimana: la parrocchia è il luogo che ci ha generati alla fede e dove cresce ancora, ma è anche il luogo concreto dove verificare la chiamata presbiterale.

Appuntamenti

TUTTI GLI APPUNTAMENTI

Ultima news inserita

DON GIUSEPPE ZANON E’ SALITO ALLA CASA DEL PADRE

ottobre 29th, 2018|0 Comments

Un’intera vita dedicata alla Chiesa, al presbiterio padovano e alla formazione dei preti, quella di [...]

TUTTE LE NEWS

Vangelo del Giorno